Perché avvicinare i bambini all’arte:

Non mancano gli studi e le testimonianze che confermano quanto l’arte possa contribuire ad un sano e forte sviluppo di un bambino.

Anni di ricerca hanno dimostrato che l’insegnamento dell’arte contribuisce direttamente ed indirettamente al miglioramento del rendimento scolastico, sviluppo delle facoltà interpersonali ed emotive, impegno civico e integrazione sociale.

Lo sviluppo di una costante pratica artistica comporta, fino da bambini, al miglioramento dello sviluppo delle capacità cognitive, del pensiero critico e delle abilità verbali; migliora la motivazione, la concentrazione, la fiducia e influisce positivamente sulla capacità di collaborare in gruppo. Come evidenzia un rapporto del 2005 dalla Rand Corporation about Visual Arts l’arte “Può far entrare in contatto le persone a livelli profondi e permettergli di affrontare positivamente la sperimentazione di nuovi modi di vedere le cose”, condizioni necessarie per creare e solidi rapporti interpersonali ed aumentare la coesione sociale.

Avvicinare e sostenere un bambino all’arte e alle sue diverse espressioni passa attraverso al gioco, alla sperimentazione di modi diversi di esprimersi, al trasformare la fantasia in creatività, allo scoprire e incanalare le emozioni, e viverle con gli altri, e magari mettere le basi di una nuova passione che si può trasformare in un talento.

Sostenere un bambino a coltivare l’arte nella sua vita significa dargli la possibilità di accedere e godere di uno dei suoi tesori fantastici che ha dentro di sé.


L’arte nella società:

Di fatto l‘arte è una parte fondamentale della storia, della cultura e dell’economia del nostro paese. Spesso l’Italia viene chiamata “museo a cielo aperto”, il “Bel Paese”, ricco di attrazioni artistiche, naturali ed economico/artistiche, che si distingue per la sua storia, la tradizione, l’eleganza, lo stile e la qualità della vita. Un paese per il quale la creatività, il turismo, la cultura, lo stile, … rappresentano il vero patrimonio nazionale.

Purtroppo, in questo frangente storico e sociale, l’Arte, non è adeguatamente sostenuta e finanziata dallo stato soprattutto nei confronti delle generazioni più giovani.

Ampliando lo sguardo sulle diverse forme di coesione sociale, cioè analizzando la proposta che il “no-profit”, ad esempio, nel territorio del Comune di Padova, (cioè l’insieme delle centinaia di associazioni registrate nel registro pubblico del Comune), il no-profit culturale si esprime in maniera ampia e diversificata, ma offre un approccio formativo culturale ed artistico che si caratterizza da approcci legati ad un’unica forma di espressione artistica (es. musica, pittura, teatro, …), non comprendendo una visione che includa diverse espressioni nello stesso tempo e spazio e in diversi punti del territorio cittadino o provinciale. Concludendo l’associazione culturale Fantalica ritiene di potersi inserire con successo, grazie alla sua esperienza, in un ambito sociale a cui manca quella formazione e trasmissione dell’arte che metta le basi per un futuro di sviluppo della creatività e realizzazione espressiva, base di quell’economia dell’eccellenza economica artistica, che contraddistingue l’Italia.


Il Progetto Artistico “ArtFactoryLab”

Il Progetto d’Arte, ArtFactoryLabnasce pensando a bambini e ragazzi, ma è altrettanto evidente che l’offerta non può escludere i genitori, i quali sono un pilastro importante al loro progetto educativo.

È difficile parlare di valore quando ci si riferisce al rapporto tra arte e giovani, un target che non è misurato in questo bisogno specifico e quindi nelle sue aspettative. È invece da evidenziare come arte e cultura sono oggi, più che mai, un’opportunità per i giovani.

Questo soprattutto quando si pensa alla cultura e all’arte arte come sinonimo di:

Creatività ed Espressione,

Cultura,

Innovazione,

Integrazione sociale,

Valorizzazione del proprio territorio.


 ArtFactoryLab

esperienze artistiche per giovani creativi

Grazie alla partecipazione al progetto d’Arte “ARTFACTORYLAB” i bambini partecipanti possono avvicinarsi e conoscere, sperimentandole, diverse discipline artistiche.

Attraverso la partecipazione alle esperienze di questa attività i bambini e i ragazzi accresceranno:

  • La loro capacità e potenzialità espressiva
  • La loro creatività e quindi capacità di innovare
  • La propria cultura personale e quella sul proprio territorio

E di conseguenza matureranno una maggiore capacità relazionale e di integrazione sociale.


Arte e crescita personale:

I bambini e ragazzi partecipando:

  • Svilupperanno la capacità di:
    • Leggere e comprendere le immagini e le diverse creazioni artistiche,
    • Di osservare per acquisire una personale sensibilità estetica e un atteggiamento di consapevole attenzione verso il patrimonio artistico locale e nazionale,
    • Individuare un proprio canale di espressione artistica attraverso la quale avranno la capacità di esprimersi e comunicare in modo:
      • Creativo
      • Personale
    • Se, presente individuare e cominciare sviluppare un proprio talento artistico.
  • Il processo di realizzazione artistica, oltre che contribuire ad uno sviluppo di espressione personale, sensibilizza e rafforza la preparazione culturale in quanto l’arte, come tale, spinge l’artista verso la fruizione della stessa, attraverso la visione di altri artisti e delle loro opere.

Contribuisce quindi a:

  • Familiarizzare con i linguaggi artistici,
  • Permette di sviluppare relazioni interculturali basate sulla comunicazione, la conoscenza e il confronto tra culture diverse.
  • Conoscere il patrimonio artistico e ambientale del proprio territorio, orientandolo verso un atteggiamento di valorizzazione, salvaguardia, e conservazione del proprio territorio.
  • Supporta un’educazione ad una cittadinanza attiva e responsabile.

Per cui il progetto ha, nella sua stessa natura, la chiave del suo successo. Infatti, nella sua dimensione sociale esso si propone come catalizzatore di un’aspirazione, talento, necessità dell’uomo che, come viene attivata si andrà a sviluppare e crescere spontaneamente.